Dove siamo

Via Eleonora d'Arborea n° 16 - Macomer (Nu)

Map Icon

  • via Eleonora d'Arborea n° 16
  • Tel : 347 38 05 902
  • info@casacastori.com

Itinerari naturalistici e archeologici

Itinerario n.1 Intro e monte

L’itinerario si sviluppa lungo le pendici del Monte Sant’Antonio che rappresenta l’ecosistema più interessante della zona, con boschi maturi e ben strutturati di roverella e formazioni miste di sughera, leccio e agrifoglio. Si parte dall’area di Sant’Antoneddu per proseguire iniziando il percorso Intro e monte. Si raggiunge la voragine di Sa Ucca e S’Inferru, di probabile natura vulcanica, per poi proseguire a vista dentro il bosco di roverelle e sughere fino a inerpicarsi ai piedi del nuraghe Ascusa, maestoso monotorre, dal quale è possibile spaziare lo sguardo verso il massiccio del Montiferru. Riprendendo il cammino si arriva, dopo circa tre chilometri, al parco del monte provvisto di area attrezzata, per proseguire voltre fino alla cima (808 metri di altitudine)con la chiesetta dedicata a Sant’Antonio da Padova e il vicino nuraghe, dal quale si gode un magnifico panorama sui monti del Gennargentu, del Montiferru e su parte della Planargia e spesso del mare.

Itinerario n.2 Tamuli, il sacro nuragico

Il sentiero parte dalla periferia di Macomer presso la necropoli ipogeica di Filigosa. Superata la ripida salita di Funtana ‘e Giaga si notano le Domus de Janas e poco distanti le Domus di Tamara. Ripreso il cammino principale si prosegue fino al monte Pitzulu. Il percorso procede lungo un gradino pianeggiante con vista panoramica che spazia verso l’altopiano di abbasanta, l’alto Oristanese e il massiccio del montiferru per raggiungere il suggestivo complesso nuragico di Tamuli. Superando poi le zone umide temporanee di Matta’e Chercos e le praterie submontane di S’Ena Ruggia, in prossimità del nuraghe Sa Coa e Sa Mela, caratterizzato dalla presenza di un maestoso leccio secolare al suo interno, fino a Su Cantareddu con le fonti e i Cuiles, antichi ricoveri per gli animali utilizzati dai pastori della zona.

Share this:

  • Facebook
  • Twitter

Comments are closed.

Visit Us On Facebook